“Offendere le donne per intimidire e minare la protesta”

Una attivista NO TAV interviene a proposito delle offese sessiste rivolte alle donne dagli uomini in divisa che stanno occupando militarmente la Val di Susa, e scrive:

Parlando con tante di noi mi sono scandalizzata di molti episodi gravi in cui le donne sono state apostrofate con epiteti sessisti dalle forze dell’ordine, disprezzate perchè donne, insultate per intimidirle; non avendo argomenti nè intelligenza hanno usato il vecchio metodo: o angeli o puttane, o streghe o madonne.
NOI NON CI STIAMO.
[…] raccogliamo tutti gli episodi in cui siamo state ferite da parole aggressive, perchè sono loro che devono vergognarsi della loro bassezza, dei loro comportamenti non umani.

Conosciamo bene questi metodi, da sempre usati contro le donne in lotta.

Il blog Noinonsiamocomplici dà piena disponibilità a pubblicare e diffondere le testimonianze che verranno raccolte fra le donne della Valle che resiste.

(Altri interventi delle/sulle donne NO TAV: 1,2,3)

This entry was posted in repressione. Bookmark the permalink.